Campo da calcio a Scanzorosciate

Pubblicato il Pubblicato in Impianti outdoor

Nel 2010 l’amministrazione Comunale ha individuato come prioritaria la necessità di rispondere alla sempre più pressante domanda di servizi per il tempo libero e lo sport che veniva non solo dal mondo giovanile, ma anche da cittadini appartenenti a diverse fasce d’età.
Per questo ha incaricato lo studio28architettura di predisporre la documentazione necessaria per accedere al bando Regionale (ai sensi della LR 26/02) per la concessione di contributi agevolati per l’impiantistica sportiva.

Il progetto, finalizzato a ridurre i costi di gestione ed ad aumentare il carico di gioco del campo, è stato premiato dalla Regione Lombardia con le seguenti motivazioni:
– fornisce un alto livello di qualità al gioco del calcio, assicurando un terreno di gioco perfettamente liscio e privo di inaspettate irregolarità;
– aumenta la fruibilità, in quanto il campo può sopportare un carico di gioco molto più elevato del campo in erba naturale, indipendentemente dalle condizioni meteorologiche;
– riduce il consumo di acqua degli innaffiamenti rispetto al campo in erba naturale;
– riduce il costo delle operazioni di manutenzione ordinaria.

L’impianto sportivo di via Monte Misma, in località Tribulina, oggetto dell’intervento, era costituito da un campo da calcio a 11 giocatori con manto in erba naturale di dimensioni regolamentari di 100 x 60, un campo polivalente scoperto in cemento per il basket e la pallavolo, un blocco spogliatoi e servizi (4 per le squadre e 2 per gli arbitri), una sede societaria, un campo in sabbia per il calcio a 7, una tribuna scoperta per gli spettatori del calcio a 11, una tribunetta per il campo polivalente, due depositi e un locale polivalente.

In considerazione delle richieste della Società sportiva “ASD Tribulina Gavarno 1973” che necessitava di un campo di mt 100×60 e di quanto richiesto dal Regolamento LND-FIGC per le dimensioni del campo per destinazioni, il nuovo terreno di gioco ha una dimensione di mt 107×65. Questo ha comportato lo spostamento delle recinzioni nord ed est e la necessità di realizzare un muro di sostegno in cemento armato per consentire l’allungamento del terreno di gioco.

Per quanto riguarda la scelta del pacchetto (sottofondo+intaso+filato) si è optato per un sottofondo a drenaggio verticale con inerti con profondità di 21 cm (come da Regolamento “LND Standard” tavola 2.5). L’intaso scelto è di tipo elastomerico in gomma nobilitata, poiché la presenza di alcune zone d’ombra sul campo (e la conseguente possibilità di gelo) sconsigliava l’utilizzo di intaso organico.
L’intervento è stato completato dalla realizzazione di 4 torri faro con illuminamento orizzontale di 200 lux, di un impianto di irrigazione con irrigatori a cannoncino e di una vasca di accumulo con una capacità di 15.000 lt.

  • Committente: Comune di Scanzorosciate (BG)
  • Localizzazione: Scanzorosciate (BG)
  • Anno: 2011
  • Superficie: circa 6900 mq
  • Importo a base di gara: € 445.000,00
  • Prestazione: progetto preliminare, definitivo, esecutivo, direzione lavori, coordinamento sicurezza
Planimetria generale del progetto, in basso particolari costruttivi